25° Concorso di Poesia - "la tua arte ... in internet" by Giuseppe Russo

Vai ai contenuti

Menu principale:

25° Concorso di Poesia


foto della premiazione e recital: enter


opere premiate - enter

*** *** ***

introduzione del fondatore del Concorso, Prof. Renato Pigliacampo


  • L’avvento della tecnologia digitale ha aperto orizzonti d’informazione impensabili 50 anni fa e sebbene questo sia attuale accompagnandoci nella vita quotidiana non siamo "più colti", semplicemente "più informati".

  • La Cultura va "digerita" a poco a poco, i neuroni delle diverse aree cerebrali vanno stimolati dalle interazioni sensoriali e arricchite dalle emozioni.

  • L’incessante - e talvolta nevrotico - “navigare” in Rete non ci istruisce ma semplicemente ci informa.

  • La sensazione visiva, che si unisce alla sonoroacustica, favorisce l’avvio del processo psicocognitivo.

  • Cosicché le due principali sensazioni diventano interazioni percettive con le persone e le cose per costruire l’edificio della «cultura».

  • Mi rendo conto di alzare il sipario su argomenti che sono studiati nelle aule universitarie, ma proprio perché ho portato il mio Silenzio nel punto più alto degli studi sono riuscito a comprendere il valore inestimabile della parola, e del linguaggio comunicato in tutte le sue forme.

  • Ecco allora irrompere il nostro poeta Giacomo Leopardi che il regista Martone, con una pellicola quasi totalmente girata nel nostro territorio, ha voluto immortalare col titolo "Il giovane favoloso".

  • Entro l’anno lo vedremo sugli schermi: e pure vedremo questi luoghi, questa gente, rileggeremo o riascolteremo i Canti stupendi appresi durante gli anni di scuola.

  • Giacomo Leopardi - ricordiamolo - durante la giovinezza fu deriso, calunniato dai bardasci di Recanati che gli tiravano sassi e lo canzonavano urlandogli "gobbo fottuto".

  • Giacomo si ribellò con la famosa invettiva di nominare Recanati «borgo selvaggio».

  • Facciamo un salto all’oggi.

  • Quando ritornai qui, dopo un gironzolare per tante città d’Italia per arricchire la mente di cultura conseguendo i necessari titoli accademici e superare una condizione di svantaggio, provai dispiacere che - a cavallo degli anni settanta del secolo scorso - Porto Recanati fosse priva di un Premio che non solo facesse riferimento al Poeta ma ad una comunità ricca di sentimenti e di esperienze, che aprisse il dialogo col suo mare e i suoi pescatori.

  • Proprio con lo sguardo puntato al Conero dovevo, insieme ai pochi amici, comunicare con testi scientifici e ricerche un vissuto personale ma soprattutto destare emozioni.

  • Ma dove sono le emozioni?

  • Esse albergano nel cuore dei poeti!

  • Così nacque il "Premio Città di Porto Recanati" che, allora, aveva per tema «Handicappato, dove sei?»

  • Sono trascorsi 28 anni.

  • Solo in tre occasioni il concorso non fu organizzato.

  • Dobbiamo chiarire alcune parole.

  • Perché lo chiamiamo “internazionale”?

  • Semplicemente perché le generazioni che ci hanno preceduto hanno varcato l’Oceano emigrando in Argentina, in Brasile, in Venezuela e altrove: le seconde e le terze generazioni ci inondarono di  poesie della loro terra lontana.

  • E’ stato istruttivo ed emozionante leggere versi che descrivevano eventi di ieri.

  • Quando qualcuno, anche in terre lontane, scoprì che l’iniziativa era proposta da un sordo restò perplesso.

  • Eppure tanti Poeti di valore e di fama hanno risposto ai nostri temi!

  • Ecco presentare i propri lavori i migliori Poeti delle Marche di questi ultimi 40 anni.

  • Mi riferisco a Leonardo Mancino, a Remo Pagnanelli, a Guido Garufi, a Luigi Martellini, a Gian Mario Maulo e a tanti altri; alcuni di costoro hanno poi presieduto la Giuria.

  • Tuttavia mi piace ricordare, fra i Presidenti che hanno onorato il Premio, Valerio Volpini, già direttore de l’Osservatore Romano, Franco Foschi, leale e colto politico del nostro territorio, Lino Palanca eccellente studioso della storia di Porto Recanati, Gastone Mosci e tanti altri poeti e scrittori.

  • Ad ogni fine estate eccoci qui a leggere le poesie dei Vincitori del “Città di Porto Recanati”.

  • Vorrei dirvi tante altre cose, ma mi fermo qui perché - una parola in più - potrebbe rattristare chi non citerò per avermi TROPPO aiutato ... o perché mi sono fatto aiutare da qualche altro.

  • Ma tutti conosciamo il valore del Messaggio del nostro incontro annuale.

  • Probabilmente i Politici non lo conoscono anche perché, tutti gli anni, rinnovo la richiesta all’Ente locale di far proprio il Premio e - sempre - l’Ente locale resta nella propria sordità.

  • Ormai ci abbiamo fatto il callo e non chiediamo più!

  • Non importa.

  • Continueremo con più tenacia.

  • E il Messaggio d’amore e di speranza per questa città, per il popolo del Silenzio, per i Poeti ... lo intuirete nell’ascoltare i nostri dicitori Tiziana Bonifazi e Giuseppe Russo.


Grazie.
Renato Pigliacampo

*** *** *** *** ***


CUORE DI PORTO RECANATI

Ascolto il battito di Geo.
Sempre sei stata, o terra
affine al mio corpo dialogo
teso nei sogni di queste colline
da cui ogni giorno sono generato
nel volto dei mezzadri che ricordo.

(Oh! le mie marche di vergari e trabaccoli,
gente robusta con mani callose
il cuore generoso; ancora mi parlano
nell’idioma del passato
nelle sere che calano sul mare).

Sono andato nell’ultimo volo
per imitare il gabbiano sfiorante l’onde.
Sulle spalle ho la croce del debole.

Mi sono dato ai fratelli del Silenzio.
Volato oltre i Sibillini, oltre
il Cònero per fondermi nell’arcobaleno.

La mia storia la sussurra il vento
che soffia per le vie della mia Porto.
A me non è dato ascolto se non che
nelle labbra che muovono rapide parole.

Nemico talvolta a me stesso, sui libri
indago la verità per sperare consenso.

Un abbraccio d’amore, mia Porto Recanati.

(Renato Pigliacampo)

dalla raccolta "L’albero di rami senza vento".
Gianni Iuculano Editore, Pavia 2006.
Seconda edizione Neftasia Editore, Pavia 2010.

XXV  CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA
«CITTA’ DI PORTO RECANATI» EDIZIONE 2014
Verbale di Giuria


La Giuria del Premio Internazionale di Poesia «Città di Porto Recanati», XXV edizione 2014, composta da Lorenzo Spurio (Presidente), Lella De Marchi (Componente), Susanna Polimanti (Componente) e Renato Pigliacampo (Segretario con diritto di voto), si è riunita una prima volta in data 17 agosto 2014 a Porto Recanati dove si è tenuta la discussione sulle valutazioni apportate alle 133 poesie pervenute al concorso avente per tema indicativo “la disabilità, l’emarginazione, gli anziani, i nuovi poveri, gli eventi climatici eccetera” affinché il poeta riflettesse sulla condizione esistenziale dell’uomo, ideazione che motivò, nel 1989, l’istituzione del Premio di poesia «Città di Porto Recanati».
La Giuria, dopo attenta considerazione della valutazione di ogni membro e dopo aver discusso motivando la scelta delle poesie in graduatoria, ha selezionato i seguenti finalisti (i nominativi sono ordinati a partire dal punteggio massimo, sino a decrescere):

Premiati che ricevono – come da Bando – premio in denaro e Pergamena
1. Rita Muscardin di Savona – vincitrice del 1° Premio corrispondente a 500,00 (cinquecento/00) euro
2. Teresa Riccobono di Palermo – vincitrice del 2° Premio corrispondente a 300,00 (trecento/00) euro
3. Salvatore Cangiani di Sorrento (NA) – vincitore del 3° Premio corrispondente a 200,00 (duecento/00) euro

Premiati ai quali è riconosciuta una Targa  
4. Emanuele Insinna di Palermo – di vincitore del 4° Premio
5. Michele Ginevra di Caltanissetta – vincitore del 5° Premio
6. Carmela Tuccari di Aci S. Antonio (CT) – vincitrice del 6° Premio
7. Filippo Inferrera di Ravenna – vincitore del 7° Premio
8. Ivana Federici di Pianello Vallesina (AN) – vincitrice dell’8° Premio
9. Anna Maria Ragni di Osimo (AN) – vincitrice del 9° Premio
10. Brunello Gentile di Padova – vincitore del 10° Premio

Premiati ai quali è riconosciuto un attestato
1. Rodolfo Vettorello di Milano
2. Luigi Antonio Pilo di Messina
3. Gabriele Di Giorgio di Città Sant’Angelo (PE)
4. Franco Fiorini di Veroli (FR)
5. Rosangela Mura di Roma
6. Ivan Fedeli di Ornago (MB)
7. Elisabetta Freddi di Senigallia (AN)
8. Paolo Canafoglia di Chiaravalle (AN)
9. Anna Scarpetta di Novara
10. Ida Cecchi di Vaiano (PO)
11. Carmelo Consoli di Firenze
12. Cesarina Castignani Piazza di Monte San Vito (AN)
13. Loretta Stefoni di Civitanova Marche (MC)
14. Silvia Cingolani di Marotta di Mondolfo (PU)
15. Daniela Gregorini di Fano (PU)

Riconoscimento di Premi speciali
La  Giuria, come è tradizione, ha voluto riconoscere “premi d’incoraggiamento” a concorrenti che, pur non rientrando tra i Finalisti, si sono distinti per la loro lodevole partecipazione nel lavoro poetico.
• Team di concorrenti dell’Istituto di Riabilitazione Santo Stefano di Porto Potenza Picena.
• Michele Amato di Bari
• Pietro Carenza di Turi (BA).
• Augusta Tomassini di Montefelcino (PU).

Premi alla carriera
Gian Mario Maulo di Macerata.

La Premiazione si terrà a Porto Recanati (MC) nella Sala Biagetti del Castello Svevo, Piazza F.lli Brancondi, domenica 28 settembre 2014 alle ore 17:00.

Tutti i finalisti sono invitati a partecipare alla cerimonia di premiazione e si ricorda che i premi in denaro verranno consegnati solamente se il vincitore (o un suo parente e/o amico con delega scritta) verranno a ritirarli.
Tutti gli altri premi (targhe e attestati) qualora non vengano ritirati il giorno della premiazione, saranno spediti a domicilio dietro pagamento da parte del vincitore delle relative spese di spedizione.

I Vincitori dei Premi, di qualsiasi ‘categoria’, sono invitati a confermare la partecipazione alla cerimonia, almeno due settimane prima a questi contatti:
per e-mail: pigliacampo@cheapnet.it  (Prof. Renato Pigliacampo)
per telefono: 328,0236285 (Giuseppe Russo)

Lorenzo Spurio                        Renato Pigliacampo
Presidente di Giuria                 Segretario del Premio

Porto Recanati (MC), lì 22 Agosto 2014

*** *** *** *** ***


foto della premiazione e recital: enter


regolamento: enter



Preludio mattutino (Daniele Cecconi)
 
cerca nel sito
Torna ai contenuti | Torna al menu