Luisella Furlan - "la tua arte ... in internet" by Giuseppe Russo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Luisella Furlan


Nata a Merano nel 1945.
Avvicinata alla pittura già in tenera età ma la sua vita pittorica l'ha trascorsa per la maggior parte a Bolzano.
Ha frequentato l'Istituto Magistrale di Verona.
I primi lavori significativi sono dei disegni ad olio raffiguranti temi di arte figurativa, successivamente si è dedicata al paesaggio, alle marine ed alle composizioni floreali; prosegue ora con l'arte figurativa ed in particolare sul tema circense, personaggi e ambiente del circo.
Nella carriera pittorica ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti:
2001 - Premio Oscar Arte Etnea a Catania; 2002 - Premio Michelangelo a Milano; "Premio Antony Van Dick 2007" -  "Premio Michelangelo Buonarroti 2008" - "Premio Leonardo da Vinci 2009" - "Premio David di Michelangelo 2010" a Lecce; 2010 - "Premio Guglielmo II" a Palermo ...
Negli anni 2007-2008-2009 le è stato assegnato il premio speciale "diritti umani", intitolato a "MARTIN LUTHER KING" e nel 2010 intitolato a "SALVO D'ACQUISTO", con la seguente motivazione: "per aver contribuito, con la propria opera, a livello internazionale, alla elevazione dei più alti ideali della vita".
Dal 2001 è inserita nella "Enciclopedia dei pittori e scultori del novecento", la recensione è stata scritta dal critico Eugen Galasso.
Altre recensioni sono state pubblicate sulla rivista "Artecultura".
Le particolarità pittoriche "dell'artista Luisella Furlan" il critico le decanta "… l'artista prende spunto dalla realtà osservabile e poi su di essa inventa, lascia libera interpretazione al divenire della fantasia. I rossi, i blu, i neri sono i colori fondamentali della sua tavolozza, che creano una rappresentazione di gioioso vigore e sottile ironia". "Prosegue poi "… una pittura …. che esalta la vita, il fascino della magia di un tempo in cui l'uomo autenticamente si divertiva con poco, ritrovando la sua serenità …" prosegue ancora "… nel mondo artefatto dell'attuale società, cinica e spettacolare, il dipinto della Furlan costituisce un momento di libera espressione, in cui i sentimenti prevalgono su tutto.
La sua cultura visiva, lontana dall'impressionismo o da esasperate accensioni espressioniste, elabora una personale soluzione di "REALISMO MAGICO" ed interiore.
La luce, i colori, la freschezza della composizione sono ulteriori elementi stilistici e formali che invitano al confronto, alla lettura del coerente percorso pittorico dell'artista."
Mostre più importanti:
- galleria Bertrand Kass, Innsbruck; mostra dell'arte a Salisburgo;
- mostra degli artisti di avanguardia a Catania;
- esposizione premio Michelangelo a Milano;
- esposizione di 5 disegni tracciati a matita in parte in bianco e nero al - "MART" - museo di Arte Contemporanea di Trento e Rovereto;
- esposizione al Museo Civico d'Arte Moderna "Giuseppe Sciortino" Palermo;
- varie mostre a Bolzano, Trento e Verona.
Delle sue opere è stato scritto in autorevoli pubblicazioni specialistiche da critici come: Paolo Levi, in occasione della pubblicazione del volume d'arte inerente la rassegna "Monreale - Una raccolta d'arte contemporanea italiana", volume presentato il 20 novembre 2010, il quale ha scritto che "… lo stile e la tecnica dell'artista sono personalissimi, un'eleganza esclusiva frutto del binomio esplicito tra l'arte e le sue passioni" proseguendo poi "… la preferenza di forti contrasti di chiaroscuro, il fascino per tonalità ricche ed i passaggi da una tinta all'altra, sono tutti elementi pittorici che fanno parte del suo stile e ben si adatta a rappresentare gli ideali figurativi e i miti dei giorni nostri …"; Mario dall'Aglio, noto ed apprezzato pittore residente in Alto Adige, ed Eugen Galasso, esperto critico d'arte, i quali hanno descritto l'artista come "l'Artista del Circo", in quanto l'attività dell'ultimo periodo è stata rivolta principalmente alla rappresentazione scenografica teatrale, ai racconti mitologici delle fate e altri soggetti angelici, rivolgendo l'attenzione a personaggi ed episodi della vita del circo, delle fiabe e delle feste di quartiere.
Molti altri critici nazionali hanno espresso critiche favorevoli alla sua espressione pittorica.
L'opera "FESTA DEL QUARTIERE", eseguita nell'anno 2004 - tecnica artistica mista, è esposta dal 2 al 30 novembre 2010 nei locali del complesso monumentale "Guglielmo II" di Monreale in occasione della "rassegna d'arte contemporanea - Monreale", ora è in esposizione permanente nel museo civico d'arte moderna "G. Sciortino" di Monreale.

*** *** *** *** ***




cliccare sulla miniatura per un ingrandimento dell'immagine
 
cerca nel sito
Torna ai contenuti | Torna al menu